Il Notariato e le D.A.T.

03 aprile 2017

Il notariato in genere  non è di principio favorevole o contrario al testamento biologico, ma si preoccupa di dare risposte il più possibile esaurienti ai cittadini che quotidianamente si rivolgono ai notai.

È un qualcosa che il notaio fa sempre, nella sua quotidiana attività di mediatore culturale tra il mondo del diritto e la vita reale dei cittadini.

Ed è un'attività che deve fare anche di fronte ai vuoti legislativi. In particolare nelle materie a forte valenza sociale come quelle di cui parliamo oggi: le disabilità, la famiglia, il volontariato.

In tutte queste materie il notaio si presenta come ascoltatore e come consulente globale delle persone e delle famiglie a 360 gradi e cerca sempre di dare delle risposte concrete, studiando e proponendo soluzioni, talvolta anche molto innovative, che raggiungano al meglio il risultato richiesto.

Ma quando la legge non c’è, o non è chiara, o non copre tutte le diverse situazioni che si pongono nella realtà, è dovere del notariato richiamare i decisori politici a riflessioni che nascono dall'esperienza sul campo di operatori particolarmente qualificati, quali sono i notai.

>>continua a leggere http://www.notaifelisebono.it/go/71/il-notariato-e-le-dat.aspx

Archivio news